Creare Profumi Naturali

Gli Oli Essenziali


Molti sono i modi in cui si potrebbe parlare degli oli essenziali. Mi sono soffermata più volte a cercare di capire quale sarebbe stato il modo più semplice e vero di parlarvene.
 
A me piace molto definirli "l'anima" delle piante. Gli oli essenziali sono l'energia vitale della pianta stessa che, sotto forma di 'profumo' vuole comunicarci qualcosa. Queste sostanze sono rappresentate da goccioline microscopiche contenute nei vacuoli delle cellule dei vegetali. E si possono trovare in varie parti: nelle foglie, negli steli, nei frutti, nella scorza degli stessi, nei rami, nel legno, nella corteccia, nella resina, nei fiori, nei semi, nelle radici, nei rizomi...
Vengono estratti attraverso varie procedure (alcune decisamente discutibili). Per alcuni di essi, specie alcuni fiori, sono necessari diversi chili di prodotto per poter ottenere qualche millilitro di olio essenziale.
Prendono il loro nome dal nome botanico della pianta dalla quale sono estratti. Ad esempio, l'olio essenziale di Lavanda (Lavandula Officinalis) estratto dai fiori di lavanda deve portare la dicitura del nome botanico per attestare l'autenticità del prodotto.
Putroppo non basta il nome a garanzia del prodotto genuino. Non esiste, infatti, una legge, che impone delle regole fisse in modo che il consumatore possa rendersi conto, a colpo d'occhio, del prodotto che sta per acquistare.
 
Come riconoscere l'olio essenziale puro da uno che non lo è
Per prima cosa, come dicevo prima, un olio essenziale puro, deve riportare il nome della pianta dalla quale è stato estratto seguito dal suo nome botanico. L'etichetta deve riportare una serie di informazioni importanti: il metodo di estrazione, la parte di pianta utilizzata, le indicazioni geografiche, il tipo di agricoltura dalla quale proviene la pianta, etc.
In secondo luogo, il prezzo. Se vedete i prezzi uguali per tutti gli oli essenziali in un negozio, diffidate della purezza dell'olio stesso. Infatti, nessuna pianta potrà dare la stessa resa, in termini di olio essenziale, di un'altra per cui il prezzo non potrà mai essere uguale. E non dovrebbe essere neppure una cifra tonda (i.e. € 6,00 ... piuttosto € 6,15). Il colore della boccetta deve essere necessariamente scuro. Alcuni oli essenziali, infatti, sono fotosensibili per cui se troviamo un olio essenziale in boccetta di vetro trasparente oppure chiara, non va bene.